Archivio mensile:agosto 2014

Robin Williams, sarai sempre un grande.

La notizia della morte di Robin Williams mi ha preso alla sprovvista. Era uno dei miei attori preferiti, un “mostro sacro” del cinema. La prima cosa che mi è venuta in mente è stata una scena del film “L’uomo bicentenario” dove lui, che interpreta un robot, riesce a farsi riconoscere come appartenente al genere umano, rinunciando all’immortalità del suo essere macchina.

Non è ancora confermata l’ipotesi del suicidio, ma se così fosse, è come se lui avesse deciso di porre fine alla propria vita per non rinunciare alla dignità del suo essere, per non essere trascinato sul fondo dal tunnel dell’alcool. Poteva combattere? non possiamo saperlo. Queste battaglie vanno combattute insieme agli amici, a persone che ti vogliono veramente bene. Come spesso succede, i personaggi famosi sono circondati  da persone false, che ti cercano nei momenti di celebrità e ti evitano nei momenti bui, quando avresti più bisogno di una mano.

Allora addio “Mio Capitano”, spero che tu abbia trovato tanto amore durante le tua vita quanto ne hai comunicato a noi attraverso i tuoi film. Non ti dimenticherò mai.

Luigi

Annunci